Effetto Rosenthal

Già nel 1973, nella prima edizione del suo Volgarizzare e tradurre, Gianfranco Folena, linguista e filologo, accademico dei Lincei e della Crusca, segnalava che le parole latine “traducere”, “traductio” e “traductor” sono coniazioni dell’umanista toscano Leonardo Bruni, vissuto a cavallo tra il XIV e il XV secolo, e non appartengono, quindi, alla lingua tradizionale latina. Quasi quarant’anni dopo, Maurizio Bettini, classicista, docente di filologia classica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Siena e il Department of Classics a Berkeley, iniziava il suo Vertere, viaggio nell’antropologia della traduzione […]

Login to keep reading
Autenticarsi per continuare a leggere
Info