Gocce, al deuterio

Tra i più autorevoli esponenti dell’industria della traduzione, Renato Beninatto è stato il primo a parlare apertamente della tendenza crescente a ridurre le dimensioni dei singoli progetti mantenendo inalterati i volumi complessivi, se non aumentandoli. Non si tratta, tuttavia, solo di un passaggio operativo, “from drops to drips”, ma di un vero e proprio cambio di modello che poggia, innanzitutto, su leve finanziarie. Del modello tradizionale, infatti, vengono mantenuti gli strumenti di comunicazione (tipicamente messaggi e-mail) a supporto di un flusso continuo di stringhe e file di piccole dimensioni, talvolta […]

Login to keep reading
Autenticarsi per continuare a leggere
Info